Author Willow Fox Italian Translation Pacchetto di eBook sulla mafia

Pacchetto di eBook sulla mafia

Normaler Preis $99.90 Sonderpreis$39.99 Sparen $59.91
/

DIECI romanzi bestseller a un prezzo basso!
Quando la principessa della mafia ha una notte selvaggia con uno sconosciuto al bar e gli ruba le chiavi dell'auto, non si aspetta che sia il boss di una famiglia mafiosa avversaria.

Voto Segreto

Lei vuole solo la sua libertà e io voglio solo lei...

Nicole DeLuca è la figlia del più grande boss del crimine della costa ovest degli Stati Uniti. Ho già detto che suo padre, Gino DeLuca, è un mio nemico?

Sono andato a letto con Nikki e non riesco proprio a dimenticarla. L'ho tenuta d'occhio, assicurandomi che nessun altro uomo le si avvicinasse.

Dovesse succedere, pur di proteggerla, li caccerei via come la bestia che sono.

Come un uccello in gabbia, lei ha un disperato bisogno di libertà. Nikki sgattaiola via dalla casa di suo padre, solo per essere rapita e venduta come sposa.

Anche nella stanza più buia, nell'angolo più sporco del mondo, la riconosco. È la mia piccola colomba.

La compro. La possiedo. La salvo.

Solo che lei non la vede così...

Lei vuole la sua libertà e io voglio solo lei e quel bambino.

Voto Prigioniero

Padre single cerca tata...

Suo padre mi dice che è muta, ma la sorprendo a canticchiare una ninna nanna.

È un bugiardo. O lei ha ingannato tutti.

Cosa potrebbe mai nascondere una bambina di quattro anni?

Avrei dovuto fare un controllo su di lui. Immaginate la mia sorpresa quando ho scoperto che il mio burbero capo lavora per la mafia.

Voglio andarmene ma lui non me lo permette. Sono sua prigioniera, costretta a seguire le sue regole e a fare quello che mi chiede.

Voto Selvaggio

Mi viene ordinato di giustiziarla...

Non mi aspettavo di vederla ancora.

Abbiamo condiviso una notte selvaggia diversi anni fa.

Non aveva idea che lavorassi per la mafia.

Sono un assassino spietato, ma lei è innocente.

Lei salva le vite, io le prendo.

È un'infermiera di oncologia pediatrica.

Potrebbe essere più santa di così?

È entrata nella stanza d'albergo sbagliata e non ci possono essere testimoni.

Il mio capo la vuole morta.

La sua vita è nelle mie mani.

Ho intenzione di renderla mia moglie per proteggerla.

Mi odierà ma almeno posso tenerla al sicuro.

Voto Non Voluto

Miliardario cerca madre surrogata...

Lei ha un debito da ripagare e io ho bisogno... di un bambino.

È strettamente una transazione d'affari, niente di più. Dopo la nascita del bambino, non la vedrò più.

Ma portarla in casa mia è un errore. Potrebbe costarmi tutto. È curiosa. Sfacciata. E mette a grande prova la mia pazienza.

Come posso gestire una bambina se non riesco a gestire lei sotto il mio tetto? Non aiuta il fatto che i suoi ormoni sono furiosi e voglia uccidermi nel sonno.

Non sono così cattivo, io gestisco solo la mafia. E lei non potrà mai scoprirlo.

Questo romanzo a sfondo mafioso di passione a fuoco lento può essere letto da solo e ha un lieto fine.

Voto Spietato

Gli uomini dicono che sono stato allevato come i russi, che dovrei essere Bratva.

Ho la reputazione di essere l'italiano più feroce e spietato del mondo.

Ho ucciso il mio capo e rubato il suo trono.

Lui mi ha reso la bestia che sono e io gliene ho fatto pagare il prezzo.

C'è una ragazza che voglio accanto a me mentre governo la città.

L'unico problema è che lei è russa ed è la sorella minore del mio nemico. È innocente, ingenua e non ha idea di quello che ho intenzione di fare alla sua famiglia.

Siamo in guerra con la Bratva...

Hanno minacciato le nostre Donne e i nostri bambini e hanno tentato di bruciare le nostre case. Sono venuti a cercare la nostra organizzazione, hanno rubato le nostre spedizioni e ci hanno forzato la mano.

I Don e i nostri uomini più fidati devono unirsi a Chicago per distruggere la Bratva.

Boss Brutale

Siamo conosciuti per la nostra brutalità.Gestiamo tutta la città di New York. Ne controlliamo ogni centimetro e chiunque si metta sulla nostra strada, viene giustiziato.

Proteggo le persone da truffatori e delinquenti, come quelli del cartello. Ma non sono un bravo ragazzo. Detesto pensare a me stesso come a un giustiziere.

Ho menzionato il fatto che la mia sorellina ha cercato di sbattermi dietro le sbarre?

Quando la macchina di una giovane donna si ferma sotto la pioggia, mi sento estremamente generoso. La riconosco, è un’infermiera, lavora presso il centro medico della dottoressa Steele, o quantomeno questo è quello che vuole farmi credere…

La porto nel mio complesso per proteggerla dalla tempesta. Ma lei mi tradisce. Viene fuori che è un’agente dell’FBI sotto copertura, e intende distruggere la Bratva dall’interno.

Ora che so la verità, chi la proteggerà da me?

Boss Diabolico

C’è oscurità attorno a lui, e io dovrei stare il più lontana possibile da Luka Ivanov.

Tre anni fa ho dato alla luce una bambina dopo una notte selvaggia passata nel letto di un misterioso barista russo, Luka.

O almeno pensavo che fosse lui il barista.

Quando sono tornata per dirgli che ero incinta, nessuno sapeva chi fosse.

Sono andata avanti… che altra scelta avevo?

Il matrimonio si avvicina rapidamente e io sono fidanzata con Mark, un uomo che non amo. Non fraintendetemi. È dolce e gentile, ma è un po’ troppo zuccheroso per i miei gusti. Preferirei che l’uomo al mio fianco fosse più tenebroso, subdolo e con un po’ di mordente. Ma Mark è come vaniglia al confronto.

Mi sono accontentata di lui perché è la cosa migliore che io possa fare per il bene di mia figlia Bay. Ha bisogno di stabilità e io voglio darle la migliore vita possibile.

Quando la mia collega Madisyn si imbatte in una foto del mio errore sexy, mi confessa di conoscere il russo che mi ha messa incinta. La prego di presentarci, ma deve giurarmi che non gli rivelerà il mio segreto. Sarò io a farlo.

Boss Possessivo

Lucy Quinn

Ho preso alcune decisioni sbagliate nella mia vita. In cima alla lista, il tentativo di rapinare la Bratva russa.

Non sapevo chi stessi derubando o in cosa mi stessi cacciando finché non è stato troppo tardi.

Le guardie armate all’ingresso avrebbero dovuto farmi capire che dovevo andarmene. Ma ora non posso più farlo.

Sono in mezzo alla Bratva, costretta a lavorare per loro, sotto la guida di Nikita Krylova.

 

Nikita Krylova

La piccola sputafuoco pensava di potermi derubare, di derubarci come fossimo ciechi, e di non essere punita per questo.

Per mia fortuna, il Pakhan, Mikhail Barinov, mi ha lasciato scegliere come gestire il nostro piccolo problema di un metro e sessanta, con i capelli scuri e gli occhi verdi.

È esuberante, insolente e sfacciata.

Io sono l’uomo giusto per domarla. Spezzarla. E farla mia.

Boss Ossessivo

Abbiamo appena rinnovato il Club Sage e sto per dare fuoco all’intero locale fino a ridurlo in cenere.

Quando Savannah si presenta da me alla ricerca di un lavoro l’assumo immediatamente. Siamo alla ricerca disperata di ballerine e lei è uno schianto. Come potrebbe non essere perfetta per questo lavoro?

Mai mischiare il piacere al lavoro – il consiglio che avrei dovuto seguire, del mio mentore e boss, Nikita Krylova.

Ho lasciato entrare un agente federale nella nostra attività.

Savannah adesso ha accesso ai registri e al denaro che ricicliamo.

Sono fottuto: se il mio capo Nikita o il boss della Bratva, Mikhail, scoprissero la mia piccola mancanza.

Ma del resto, sono destinati a scoprirlo, dato che la dolce metà di Mikhail, Madisyn, è un ex agente della FBI. Lei ha lavorato con Savannah Blakely. Meglio uscirne pulito e accettare che ormai sono un uomo morto o seppellire la verità insieme a qualche altro cadavere prima che qualcuno lo scopra?

Boss Pericoloso

Ogni cattivo ha la sua debolezza. Lei è la mia.

Ci vuole molto di più che una pallottola in testa per uccidere uno come me, ma i bastardi mi hanno fregato per bene. Glielo concedo. Mi hanno preso così bene che quando finalmente mi sveglio, mi rendo conto di essere stato in coma per settimane. Non giorni. Settimane. E la cosa strana è che non riesco a ricordare nulla di quel giorno. Nemmeno chi mi ha salvato, non ho sentito arrivare i soccorritori. Niente. Ma ricordo chi sono. Faccio solo finta di non ricordarlo. Credetemi, è più sicuro così. Più sicuro per me, per le persone coinvolte e per la strana donna che è seduta accanto al mio letto quando mi sveglio.

Sadie è la persona che mi ha trovato nella foresta. È lei che ha chiamato il 911. E, come scoprirò presto, è l’unica persona che mi ha fatto visita per settimane.

Essere in debito con altre persone non mi piace, ma devo ammettere che le devo la vita. Se tutto ciò di cui ha bisogno in cambio è un finto fidanzato, allora è esattamente ciò che sarò.

Devo solo continuare a ricordare a me stesso che questa è una recita. Per il bene di entrambi…

Dante

Il modo in cui balla mi scatena pensieri che so essere sbagliati.

Ingoio un altro bicchiere di whisky, cercando di sopprimere l'impulso di alzarmi e avvicinare le mie labbra alle sue.

"Dimmi che non stai pensando di andare a letto con Nicole DeLuca", dice Moreno.

È il mio “secondo”, il mio migliore amico ed è anche sempre brutalmente sincero, anche quando non voglio che lo sia.

Sa che ho iniziato ad interessarmi a Nicole dal momento in cui ho saputo che è la figlia di Gino.

Mi piacciono le sfide e lei è off-limits. Rende la caccia molto più divertente.

"Mi hai visto anche solo parlare con lei?" Sparo a Moreno un'occhiataccia per chiudergli il becco. In ogni caso, dubito che mi lascerà in pace.

È un bravo ragazzo, se una cosa del genere si può dire della famiglia Ricci.

"Continua a bere e a fissarla. Lei ti noterà sicuramente", dice Moreno.

Forse è questo il punto. Voglio che lei si accorga di me. Voglio che mi tema come suo padre, Gino, teme la mia famiglia.

Nicole si fa notare sulla pista da ballo. La luce cade sui suoi capelli corvini.

Lei si muove sinuosa, con le braccia in aria.

Voglio scopare via quel sorriso dalla sua faccia gioiosa. 

Lei è una forza della natura e io sono l'uomo giusto per sconvolgere la sua vita.

"Prendi un altro drink. Offro io". Moreno fa un gesto al barista, che si avvicina e versa un altro whisky.

"Offri tu?" rido.

Il dannato bar è mio.

Può offrirsi di offrirmi tutti i drink che vuole. Io qui bevo gratis.

"Non significa che non tu non debba dare la mancia al personale". Moreno fa scivolare un cinquantone alla barista, Ren-qualcosa. 

Ho dimenticato il suo nome. L'ho assunta dopo che l'ultimo barista mi ha causato problemi e un morto.

Alcune cose è meglio lasciarle nel passato.

Essere Don ha i suoi vantaggi, tra cui quello di avere tutte le ragazze che voglio.

Stasera, quella ragazza è Nicole DeLuca.

Mi sposto sullo sgabello.

Di solito rivendico il tavolo d'angolo, quello col privè. È sempre riservato, nel caso in cui volessi andarci a bere qualcosa o fare affari con un socio.

"Hai bisogno di un'altra ragazza. Qualcuno di meno mortale", dice Moreno.

Rido piano e sorseggio il mio whisky. "Parli come se fosse un'assassina".

"Suo padre lo è".

Agito la mano in aria. "È un vecchio, Gino. Una spina nel fianco". 

In realtà è anche un problema di cui bisognerà occuparsi, ma questo è un lavoro per un altro giorno. Stasera sono qui per sfogarmi e divertirmi.

"Se ti scopi quella ragazza, lui ti darà la caccia", avverte Moreno. Fa segno alla barista di avvicinarsi e ordina un altro bicchiere.

Alzo un sopracciglio. Non vedo Moreno bere da, beh, da sempre.

Se beve la situazione deve preoccuparlo più del previsto. "Merda, ti sto portando a bere. Dev'essere davvero la fine del mondo", scherzo.

Si pizzica la punta del naso storto. L'ha ottenuto difendendo il mio onore in una rissa da bar quasi vent'anni fa. Ero giovane, ingenuo e all'apice dei diciassette anni. Combattevo come un bambino, non come un uomo.

Moreno ha rimediato. In più, mi ha insegnato tutto quello che so sugli affari di famiglia.

"Promettimi solo che la lascerai in pace". Moreno sorseggia il suo whisky.

Chiunque lo conosca si renderebbe conto che non ne sopporta il sapore, ma per un estraneo beve come un professionista.

"Non devi ucciderti per me", scherzo e indico il whisky. "Lo butto giù io se sei in difficoltà".

"Mi vedi lottare?" Chiede Moreno.

"Mentre tu ti godi quel whisky, io vado a darmi da fare sulla pista da ballo".

"Dante!", urla Moreno, e il suo tono contiene più di un semplice accenno di avvertimento.

Mi sta urlando di ascoltarlo.

Ma quando mai ascolto?

La cosa divertente è che io sono il suo capo, e non prendo ordini né da lui né da chiunque altro. Anche se apprezzo la sua preoccupazione,farò comunque quello che diavolo voglio.

Non l'ha ancora capito?

Scendo dallo sgabello e mi dirigo verso la pista da ballo. Non ballo. Non ce n'è bisogno. 

Sono in missione e lei è il mio obiettivo.

Ci guardiamo negli occhi e lei arrossisce quando mi avvicino.

Bene. Sembra che non mi conosca. O meglio, non ha dato segno di sapere che sono il bastardo che cerca di uccidere suo padre.

"Sono qui con degli amici", dice come se questa frase funzionasse per allontanarmi.

"Carino da parte loro scaricarti", dico.

Sta ballando da circa quaranta minuti, da sola. I pochi ragazzi che hanno cercato di rimorchiarla non hanno avuto fortuna.

Uno di loro mi guarda con aria di scusa.

Non l'ho ancora vista con uno shot o un drink in mano.

"Come fai a sapere che non sono in bagno?" Chiede Nicole.

"Se lo sono, devono essere sgattaiolati fuori dalla finestra".

Lei alza gli occhi al cielo. "Stai insinuando che sono così noiosa?"

"Al contrario, non insinuo nulla, solo che sei una bella donna che balla da sola".

"Scommetto che quella frase funziona con tutte le altre ragazze", dice Nicole.

Ha ragione. Non ci vuole molto perché cadano ai miei piedi. Sono benedetto da un bell'aspetto e da un corpo fantastico. Non se ne accorge?

"Che ne dici se ti offro da bere? E se poi non vuoi più vedermi..." Non mi lascia neanche finire la frase.

"Ok."

La sua risposta mi prende di sorpresa.

La conduco verso il tavolo riservato e le faccio cenno di sedersi per prima. Il divanetto è curvo e mi assicuro di sedermi vicino a lei, le nostre cosce si toccano.

Voglio toccarla, sedurla e portarla a scoprire tutte le sfumature del piacere.

"Sei sicuro che dovremmo stare seduti qui?" chiede Nicole. "C'era scritto riservato".

Mi limito ad alzare le spalle. Non voglio rivelare chi sono, specialmente se lei non è a conoscenza della mia posizione di potere. Meglio che non sappia.

"Vediamo cosa succede", dico.

Alza un sopracciglio curioso ma non dice nient’altro.

La barista si avvicina e io chiedo a gesti due drink. Non devo specificare l’ordine. Lei userà il liquore migliore, il migliore della collezione.

"Non mi hai detto il tuo nome", dice Nicole.

"Daniel", rispondo. È una bugia, ma è chiaro che non mi riconosce e non posso permettere che il mio nome la faccia scappare.

"Sono Nikki", dice e appoggia una mano sulla mia coscia.

È cambiata da pochi minuti fa quando eravamo sulla pista da ballo, ma non sono sicuro del perché. Ma in fondo mi interessa?

"È un piacere conoscerti, Nikki", dico, come se cercassi di ricordare il suo nome.

Non potrei mai dimenticarlo. L'ho tenuta d'occhio da quando è arrivata in città e si è trasferita da suo padre, il mio nemico numero uno: Gino DeLuca.

Tutto quello che ho sempre voluto è farlo fuori, e per raggiungere quell’obiettivo sarò costretto a rovinarla per altri uomini.

Peccato.

È bella, con i suoi lunghi capelli neri e i suoi profondi occhi d'ambra.

Carina e sexy.

Potrebbe avere una vita normale se io non fossi in guerra con il suo vecchio.

Le luci sono soffuse, il bar non è terribilmente affollato per essere un venerdì sera.

La musica rallenta e io sono contento che siamo già seduti. Anche se un ballo romantico è bello a volte, non è adatto a questo momento. Non quando voglio solo strusciarmi contro di lei.

La barista torna con i drink. Uno è un whisky per me e il secondo un whisky sour con ghiaccio per lei. È forte ma dolce, troppo femminile per i miei gusti, ma le ragazze non lo hanno rifiutato in passato.

Non mi aspetto che lei sia diversa.

Mi sbaglio.

Fa scivolare il suo bicchiere verso di me e afferra il mio prima che io possa portarlo alle labbra. "Prendo il tuo".

Dannazione, quella roba è costosa.

Le ragazze prendono sempre l'off-label, e poiché è mescolato non possono sentire la differenza.

Sorride timidamente e sbatte le sue lunghe ciglia scure, ma è solo una recita.

A che gioco sta giocando?

"Spero non ti dispiaccia. Preferisco la roba buona, l'oro liquido". Nicole trangugia il whisky in pochi secondi e sbatte il bicchiere con forza sul tavolo di legno.

Il suo sguardo d'ambra calda ha delle chiazze dorate e più a lungo mi guarda, più mi perdo nei suoi occhi.

Che diavolo sta succedendo?

"Vuoi uscire da qui?"

Lo voglio più di ogni altra cosa, ma il mio istinto mi dice di no. "Che ne dici se ti riporto a casa?" suggerisco. 

So già che vive con suo padre, ma mi chiedo quale scusa mi darà.

Matrimoni di Mafia E la serie dei Fratelli Bratva, tra cui:

Da nemici ad amanti
Gravidanza a sorpresa
Storia d'amore in cattività
Boss mafioso
Bambino segreto
E molto altro ancora...
Fattore spezie: 🌶🌶🌶🌶

Voto Segreto

Voto Prigioniero

Voto Selvaggio

Voto Non Voluto

Voto Spietato

Boss Brutale

Boss Diabolico

Boss Possessivo

Boss Ossessivo

Boss Pericoloso

Dopo l'acquisto, riceverete immediatamente un'e-mail che vi darà accesso al vostro Ebook da BookFunnel. Fate clic sul link e seguite le istruzioni per leggere online o scaricare l'Ebook sul vostro dispositivo Kindle, iPhone, Android, Nook o Kobo.

In caso di problemi nell'accesso all'Ebook acquistato, nell'angolo in alto a destra della pagina di download del libro è presente un link "Need Help?". Se non si riceve un'e-mail di download, visitare il sito https://bookfunnel.com/help/.

Purtroppo non accettiamo restituzioni di eBook. Ci scusiamo per l'inconveniente che ciò può causare, ma siamo convinti della qualità dei nostri articoli e crediamo che vi piaceranno tanto quanto piacciono a noi!